A Meaningless Interview

Tre anni di vagabondaggio e skateboarding raccolti in video. E’ così che prende vita Another Meaningless Video. Ha senso tutto ciò?

Come nasce il progetto Meaningless?
Meaningless Productions nasce con l’intento di creare contenuti audiovisivi laddove non ce n’è necessità. Accortici della recente inflazione nella produzione e nella diffusione di video di skate abbiamo realizzato che il massimo che potevamo fare era di aggiungere una goccia allo sconfinato oceano che è la nostra amata disciplina. Tutto è vano. Meaningless Productions.

Contenuti mediatici veloci dei social e short clip, ora va così… Voi siete andati contro corrente, realizzando un full length e stampando su carta una fanzine. Come mai queste scelte?
In realtà non sono state delle scelte molto ponderate: erano semplicemente due progetti che avevamo intenzione di portare a termine… Gestire 800 gb di file acquisiti da centinaia di cassettine mini dv è stata forse una delle migliori cose ci potesse capitare nella vita!

Ruben Spelta • Wallride nollie out • Ph. Fede Casella

Com’è nata l’idea del full length?
L’idea di fare un video che raccontasse un po’ la nostra cialtronaggine di vita e skateboarding l’avevamo in mente da parecchio tempo: volevamo fare Static, ma ci siamo dovuti accontentare.

Come si è sviluppato il progetto in questi tre anni di lavorazione?
Ci siamo dati una serie di deadline, che chiaramente non abbiamo rispettato, il progetto si è sviluppato in divenire, come un flusso di coscienza alla J. Joyce. La sua realizzazione ha richiesto tanto tempo perché siamo dei disorganizzati cronici, altri avrebbero fatto di meglio in meno tempo!

Quante sfighe avete incontrato nel corso del lavoro?
Testine delle VX in sciopero, gessi di tanto in tanto e come ciliegina sulla torta un mac rubato con un progetto premiere più che abbozzato (e chiaramente nessun backup).

Com’è accaduto il furto?
Rubato alla mensa dell’università a Barca, infamata unica.

Ph. Matteo Ricci

C’è stato un momento in cui vi siete fermati dicendo ‘che cazzo stiamo facendo’ e avete pensato di mollare il progetto?
Tutt’ora pensiamo sia stato un gravissimo errore, speriamo di uscirne indenni!


Momento epico durante il work in progress…

Quando abbiamo terminato di montare il video, 10 minuti prima che iniziasse la première da Fibol… Si trattava sempre di work in progress, dato che non ci siamo accorti di nomi di skater mancanti e di canzoni troppo alte o che non si sentivano, è stata la prima visione un po’ per tutti! Esilarante.


Siete stati travolti anche voi dal trend della VX?

Usiamo VX da diversi anni… Sicuramente non lo facciamo per essere trendy, anche perchè bestemmiamo in aramaico ogni volta che c’è da importare mezza cassetta!

Il vostro è un progetto indipendente: è stata una scelta quella di non chiedere sponsorizzazioni?
Nessuno sponsor… Nessuno sponsor sarebbe tanto ingenuo!!

Nicola Del Sarto • Fs Wallride • Ph. Fede Casella


Quanto la Milano hipster e modaiola distrae il vostro focus sullo skateboarding?

Zero, noi stiamo chiusi in casa a fumare e guardare Southpark e comunque non credo che gli hipster ci vorrebbero come amici… :((

La peggior storia vissuta in MC.
E’ stato parecchio antipatico ritrovarsi in mezzo allo sgombero dei migranti del mese scorso, con gli sbirri con gli scudi e i manganelli in mano a dire che non potevamo skateare. Poi, vabbé… Le risse con le bottiglie che volano e le gole che saltano capitano spesso ma non ci coinvolgono mai. I barboni non ci vogliono invitare a far parte del loro fight club 🙁

Chi di voi si è fatto la big black mama del video?
Raffo Pola!!!

Da attivo o passivo?
EEEEEHHH diciamo solo che indovinare è facile.

Quali sono gli skateboarder piu interessanti che sono passati davanti alla vostra camera?
Supersaiyan depiazza ottantasette.

Quanta ricerca è stata fatta per la soundtrack?
Il filo della musica italiana ci sembrava divertente e caratterizzante. E’ stato sicuramente complicato trovare pezzi che funzionassero per il montaggio e variare generi e artisti si è rivelato più difficile di quanto pensassimo. Unico rammarico: volevamo mettere la DPG ma ci siamo dimenticati.

Ph. Matteo Ricci

Qual’è il set up di sopravvivenza per un tour Meaningless?
Ogni anno ci rendiamo conto che serve meno roba, secondo me i vestiti che si ha addosso bastano…

Com’è nata l’idea della fanzine?
A noi piace vedere lo skate su carta, tenerlo in mano. La fanza voleva semplicemente essere un racconto di noi, come se fosse un video, con trick e lifestyle.

L’Ivan Drago Pro Open Contest è stata una delle manifestazioni meglio riuscite degli ultimi anni, un successo pagato dalla fotta degli skateboarder e non dai soldi degli sponsor: è questa la formula giusta?
Per un contest di successo serve tanta birra, un pubblico affiatato come i junkies di centrale, pronti a danzare sotto le note degli Slayers e, importantissimo, serve Gio Grazzani che, con la sua simpatia e l’instancabile voglia di fare, mette tutti di buon umore.

Iuri Furdui • Bs Smith • Ph. Fede Casella

Iuri Furdui si candiderà per un posto nella nazionale skateboarding?
La squadra dell’Unione Sovietica ha già fatto un’offerta che non può rifiutare.

Programmi futuri della crew?
Prima di tutto scattare! Poi stiamo lavorando ad un nuovo progetto video più incentrato sulle nuove leve milanesi che speriamo di far uscire a fine estate e un’altra fanza… Magari due magliette, vedremo! Comunque, in ogni caso, skateare!

Last words..
Dato che i titoli di coda erano troppo lunghi da scrivere, approfittiamo di questa itw per citare e ringraziare tutti gli skater coinvolti: Raffaele Pola, Ej Ponzer, Mattia Turco, Nicola Del Sarto, Pepe Tirelli, Jacopo Atz, Efrem Sapienza, Ariel Crupi, Alessandro Gamurrini, Niko Bromo, Patrick Frunzio, Francisco Andara, Kevlar, Niccolò Galletti, Filippo Ruggiero, Guido Stazi, Il Baccio, Yuri Maffei, Ghigo Borchi, Ruben Spelta, Igor Fardin, Nicola Giordano, Jacopo Carozzi, Melkior, Carlo Aldiano, Carlo Cassan, Andrea Valle, Lo Spesso, Cifra Ognibene, Gilberto Cannarozzi, Federico Fontanella, Matteo Ricci, Simone Sacchetti, Daniele Marzocchi, Fabio Marchi, Simone Verona, Salaka, Chicco Di Paolo, Stephane Zanette, Giò Grazzani, Gianluca De Simone, Pietro Pennucci, Matteo Razzuoli, Matteo Carmagnini, Dylan Gaggini, Giacomo Affede, Ludovico Brezzi, Iuri Furdui, Alessandro Benedetti, Federico Casella e Pietro Bontá. E probabilmente ce ne siamo scordati qualcuno.

Another Meaningless Video from meaningless productions on Vimeo.

01:01 PM gio, 22 giugno 2017

Related Posts